sabato, marzo 26, 2005

Reality Titanic

Che dei reality show l'Italia ne avesse le palle piene, lo si è capito. Sopratutto dopo l'ultimo silurato in casa Rai, leggi Carlo Conti e il suo Ritorno al Presente. Che il trash impazza per l'etere è un dato di fatto, e che anche quest'ultimo abbia sfrantumanto gli zebedei non è una novità. C'è però da ricordare un proverbio a me molto caro: chi di spada ferisce, di spada perisce. Con un piccolo ritocco qua e là, il proverbio fa posto alla parola reality, sostituendo spada.
A distanza di due anni viene a galla - è proprio il caso di dirlo - un mistero che fino a ieri era irrisolto: infatti, nel giugno 2003, il reality inglese Cabin Fever (ce ne voglia Eli Roth ed il suo celebre film) ha dovuto chiudere battenti poiché la nave, luogo dove si svolgeva il reality, ha urtato contro gli scogli irlandesi; il motivo? Non c'era un concorrente sano o etilicamente ben messo. Tutti ubriachi, ha stabilito l'inchiesta conclusasi ieri.
Così, la nave dei pirati affonda, non provocando danni alle persone. Chissà come si sarebbe trovata Patrizia La Pettineuse su quel vascello...