lunedì, febbraio 14, 2005

In ricordo di Marco


E' già passato un anno.
Lo ritrovarono in un motel, steso sul pavimento, già in volata verso un altro mondo, quello che non l'avrebbe criticato, quello che non l'avrebbe bersagliato per nessuna ragione al mondo. L'ultimo sforzo, la salita più ripida, bandana in testa e via, volare in alto. Emozionando, come lui ci aveva abituato. Questa volta la bicicletta, però, aveva la forma di due ali.
E' stato l'ultimo sprint, l'ultima sudata del Pirata.
Un Pirata solo, triste. Che nessuno ebbe il coraggio di aiutare. O quanto meno di capire.