venerdì, maggio 28, 2004

Al posto suo

«Papà, papà! Vuoi sentire cosa ho scaricato oggi?»
«Certo figliuolo.»
«Però dopo ti devo chiedere una cosa.»
«Okay...»
Mio figlio accende fiero il suo computer, quella macchina infernale con la quale sono cresciuto.
Apre il winamp e mi costringe a minuti e minuti di robe tipo i Pokemon e simili.
«Che bella raccolta, figliuolo.»
«Si, e con l'ADSL ho fatto subito.»
«Occhio ragazzo, però. Con le leggi in vigore ultimamente rischi.»
«Infatti, ti volevo chiedere proprio questo. Chi è Urbani?»
«Un uomo che cerca di proteggere una stretta cerchia di persone, criminalizzandone 3-4 milioni.»
«E perchè gli fanno fare le leggi?»
«Perchè c'è chi l'ha votato.»
«E chi è stato?»
«20 milioni di persone, caro. E son sicuro che tra quelli, ci sono almeno 1 milione di persone di quei 3-4 che ti dicevo prima.»
«Ma vuol dire che non posso più scaricare le mie canzoni?»
«Tu continua figliolo. Ci vuol coraggio a metterti dentro per i Pokemon...»